La BCE prepara il progetto “salva-euro”

affari, finanza, economia, lavoro, bce, factoring, leasing, euro, salva euro, notizieLa notizia che la Banca Centrale Europea sta formulando un piano concreto per proteggere il futuro dell’euro ha già portato a un aumento del valore della moneta. Poco dopo la pubblicazione delle prime indiscrezioni da parte di Bloomberg, infatti, l’euro è aumentata dello 0.3% contro il dollaro, raggiungendo il valore di $1.26, anche se la situazione è ancora in fase d’evoluzione.

Secondo Bloomberg, la BCE ha impostato un programma di recupero dell’euro che prevede l’acquisto illimitato del debito pubblico dei governi in difficoltà, allo scopo di ridurre i tassi d’interesse attualmente in uso. Il presidente della BCE, Mario Draghi, che aveva promesso di “fare qualsiasi cosa” per salvare l’euro, ha proposto d’intervenire acquistando obbligazioni a scadenza triennale dai governi che hanno richiesto l’assistenza del fondo salva-stati. In questo modo, la BCE spera di aiutare i governi con gravi difficoltà finanziarie a guadagnare tempo mentre vengono progettate misure più a lungo termine per evitare il collasso dell’economia e l’abbandono della moneta unica.

La proposta di Mario Draghi ha suscitato un cauto ottimismo presso alcuni e preoccupazioni in altri. In particolare, si è fatta subito sentire l’opposizione da parte della Bundesbank (la Banca Federale tedesca che si occupa di investimenti, operazioni di factoring, asset management e leasing), la quale ha criticato la convinzione di Draghi che sia necessario mantenere l’euro a qualsiasi costo. La Commerzbank (la seconda più grande banca della Germania) ritiene che il progetto non rientri nella giurisdizione della BCE.

Per scongiurare l’eventualità che l’acquisto di obbligazioni governative aumenti eccessivamente la disponibilità di denaro, portando a livelli d’inflazione troppo elevati, la BCE intende sterilizzare l’acquisto del debito, manipolando il flusso di capitale dei Paesi dell’eurozona attraverso la vendita di obbligazioni o il controllo dell’offerta di moneta.

Inoltre, solo i Paesi che abbiano fatto richiesta e accettato le condizioni necessarie per accedere al fondo salva-stati possono partecipare al programma. Qualora uno Stato cessi di rispettare queste condizioni, la BCE smetterebbe di acquistare il suo debito.

Molti dettagli di questo progetto restano ancora da definire. La BCE e Mario Draghi dovranno ottenere l’approvazione degli altri governi dell’eurozona prima di procedere, e la Germania di Angela Merkel potrebbe rappresentare un ostacolo difficile da superare.

La BCE prepara il progetto “salva-euro”ultima modifica: 2012-09-06T15:59:00+02:00da green-world
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “La BCE prepara il progetto “salva-euro”

  1. In attesa che le politiche europee possano oltre a salvare l’euro anche un pò di crescita economica il vecchio investimento in oro rimane pur sempre una garanzia che può mettere al riparo i capitali da eventuali default delle economie europee, in questo caso il miglior investimento in oro è da considerarsi quello in oro fisico non vincolato dalle banche che potrebbero non garantire in caso di gravi dissesti economici.

Lascia un commento