Ecobonus auto 2020, come richiedere i nuovi contributi per i veicoli a basse emissioni

ecobonus-auto-2020

A partire dall’1 Agosto e fino al 31 dicembre 2020, come previsto dal Decreto Rilancio, è possibile richiedere l’incentivo per l’acquisto di veicoli a basse emissioni di categoria M1, ovvero omologati e destinati al trasporto di persone e i motocicli e i ciclomotori a due ruote (categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e).

Il bonus auto 2020 prevede l’acquisto di auto ibride o auto elettriche che può avvenire con o senza la rottamazione del veicolo, attraverso uno sconto sul prezzo di listino della concessionaria allo scopo di favorire la mobilità sostenibile e garantisce un credito di imposta per le imprese costruttrici o importatrici del veicolo stesso.

I requisiti necessari per ottenere il bonus sono l’acquisto di auto elettrica o ibrida fino a un massimo di emissioni di CO2 di 70 grammi al km, deve essere effettuato dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2021 e la spesa massima è di 61 mila euro (IVA inclusa) o 50 mila euro (con IVA esclusa).

E’ possibile intestare l’auto sia ad una persona fisica sia ad una persona giuridica, anche in caso di leasing, inoltre è possibile cointestare a due proprietari la vettura, inoltre in caso di rottamazione il veicolo da rottamare deve essere intestato da almeno un anno all’acquirente o a uno dei familiari conviventi.
Tabella Ecobonus auto 2020

Auto con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 20 grammi al km, incentivo fino a 10.000 euro con rottamazione (dei quali 8 mila euro di bonus e 2 mila euro di sconto concessionario), oppure 6.500 euro senza rottamazione (dei quali 5.500 euro di bonus e 1.000 euro di sconto concessionario). La rottamazione deve riguardare un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 1, 2, 3, 4.

Auto con emissioni di CO2 tra i 21 e i 60 grammi per km, incentivo fino a 6.500 euro con rottamazione (dei quali 4.500 euro di bonus e 2.000 euro di sconto concessionario), oppure 3.500 euro senza rottamazione (dei quali 2.500 euro di bonus e 1.000 euro di sconto concessionario). La rottamazione deve riguardare un veicolo della stessa categoria omologato alle classi Euro 1, 2, 3, 4.

Auto con emissioni di CO2 da 61 grammi al km fino a 110 grammi al km, incentivo di 3.500 euro con rottamazione (dei quali 1.500 euro di ecobonus e 2.000 euro di sconto concessionario), oppure 1.750 euro senza rottamazione (dei quali 750 euro di ecobonus e 1.000 euro di sconto concessionario). La soglia massima di spesa per l’acquisto dell’auto (prezzo considerato dal listino della concessionaria) è di 48.400 euro IVA inclusa oppure 40.000 euro IVA esclusa.

Infine segnaliamo che è prevista una ecotassa per quanti acquisteranno un veicolo inquinante, secondo la seguente tabella

  • 1.100 euro per i veicoli con emissioni tra 161 e 175 grammi/km,
  • 1.600 euro per i veicoli con emissioni fino a 200 grammi/km,
  • 2.000 euro per i veicoli con emissioni fino a 250 grammi/km,
  • 2.500 euro per i veicoli con emissioni oltre 250 grammi/km.

Tutte le informazioni sull’ecobonus 202 sul sito del Mise

Ecobonus auto 2020, come richiedere i nuovi contributi per i veicoli a basse emissioniultima modifica: 2020-08-04T14:38:53+02:00da green-world

Lascia un commento