Decreto sviluppo 1, i 12 condoni e sanatorie 2011

affari, finanza, condono 2011, condono fiscale, condono fiscale 2011, condono edilizio, condono edilizio 2011, sanatoria 2011, condono tombale, notizieNonostante qualche timida smentita si fa sempre più strada la possibilità di un maxi condono 2011, 12 i condoni e sanatorie fin qui’ individuati, i cui dettagli sarebbero contenuti all’interno della bozza del decreto Sviluppo 1 già all’esame del Consiglio dei ministri.

Vediamo nel dettaglio quali sono i 12 condoni e sanatorie 2011:

concordato fiscale, si applica agli anni pregressi alla regolarizzazione delle scritture contabili, inoltre è prevista anche una sanatoria per le liti pendenti anche di valore superiore ai 20.000 euro 

– santoria per i tributi locali

condono sul canone Rai non versato alla data del 31 gennaio 2011, l’ammontare è di 50 euro l’anno

condono sui manifesti elettorali abusivi, l’esborso è di 750 euro l’anno per affissioni abusive fino al 2010

condono edilizio, più facile costruire grazie all’ arrivo di nuove semplificazioni in fatto di permessi per costruire con ampliamento delle zone a burocrazia zero in via sperimentale fino al 31 dicembre 2013 dal Sud al resto d’Italia.

vendita del patrimonio residenziale pubblico agli inquilini con ridistribuzione del ricavato ai Comuni, oltre a diverse norme a favore di precari, giovani, donne, immigrati.

agevolazioni per i precari, applicazione dell’Iva all’1% per l’acquisto della prima casa da parte di lavoratori atipici al di sotto dei 40 anni di età. Inoltre è prevista anche la riduzione dell’aliquota Irpef del 2% per gli studenti lavoratori in corso per la sola durata legale del titolo.

– Per le donne disoccupare e con figli a carico è previsto un abbattimento dei contributi e dell’Irpef. Prevista la soppressione dell’imposta di bollo del 2% sui trasferimenti di denaro all’estero

certificati on line, resta confermato l’invio della pagella scolastica e di tutti gli altri documenti via web a partire dall’anno scolastico 2012-2013, compreso il certificato medico elettronico

durc, le imprese non saranno più obbligate al ricorso del Durc (documento per la regolarità sui contributi) che dovrà essere acquisito d’ufficio dalla pubblica amministrazione. Il datore di lavoro potrà fornire nuovi servizi ai propri dipendenti come costituzione di asili nido e agevolazioni per la mobilità ma solo a seguito di un accordo che porti alla riduzione della retribuzione. Per le lavoratrici, la maternità sarà concessa solo dal Servizio sanitario nazionale senza ricorrere anche all’autorizzazione del Ministero del Lavoro. Semplificazioni anche per quanto riguarda il part-time, sarà sufficiente l’accordo tra le parti senza l’approvazione della Direzione provinciale del Lavoro.

nuove carceri, prevista poi la costruzioni di nuovi istituti di pena per far fronte all’affollamento delle carceri

modifiche alla “legittima”, previste modifiche alla norma che disciplima la quota di eredità a favore dei figli nei testamenti. Confermata la quota di 2/3 da destinare ai figli, la metà di questa dovrà essere ripartita in parti uguali mentre l’altra metà potrà essere attribuita dal genitore a uno o più figli in vario modo.

Leggi anche

Decreto sviluppo 1, i 12 condoni e sanatorie 2011ultima modifica: 2011-10-25T10:36:00+02:00da green-world

Un pensiero su “Decreto sviluppo 1, i 12 condoni e sanatorie 2011

Lascia un commento