Censimento 2011, scadenze e guida alla compilazione

affari, finanza, economia, censimento, censimento 2011, guida compilazione censimento 2011, istat, Censimento agricoltura, Censimento industria e servizi, notizieCon la consegna dei plichi, è partito il XV censimento generale che dovrà essere obbligatoriamente effettuato dalle famiglie con scadenze che variano a seconda del Comune di residenza.

I questionari del Censimento 2011 vengono recapitati direttamente a domicilio tramite posta ordinaria e la loro compilazione è riferita alla situazione del Paese alla data del 9 ottobre 2011. Per quanti invece risultano iscritti in anagrafe dopo il 31 dicembre 2010 il questionario da compilare verrà consegnato da un rilevatore comunale del Censimento 2011. Inoltre il plico contiene al suo interno anche una password per poter compilare il questionario del Censimento 2011 direttamente online sul sito dell’Istat , alla sezione riservata alla compilazione e alla restituzione del questionario.

Come compilare il questionario del censimento 2011? Il modulo è composto da diversi riquadri, tutte le indicazioni e la guida alla compilazione al questionario del Censimento 2011 è disponibile qui’

Dove consegnare il questionario del Censimento 2011? Il vostro questionario, una volta compilato in tutte le sue parti e a partire dal 10 Ottobre 2011 può essere consegnato presso Uffici postali o presso i Centri di raccolta Comunali che forniscono anche assistenza per la compilazione. Vi verrà fornita sempre una ricevuta di consegna, che dovrà essere conservata. Attenzione a non imbucare il questionario del censimento 2011 nelle cassette postali.

Entro quando va consegnato il questionario del Censimento 2011? La data di scadenza varia a seconda dell’ampiezza del Comune di residenza:

  • comuni con meno di 20.000 abitanti entro il 23 dicembre 2011
  • comuni compresi tra 20.000 e 150.000 abitanti entro il 31 gennaio 2012
  • comuni maggiori di 150.000 abitanti entro il 29 febbraio 2012

Ma in caso di mancata consegna del questionario del Censimento 2011 entro il 20 novembre 2011 e fino al 21 Febbraio 2011 un rilevatore comunale giungerà a domicilio sia per il ritiro che per fornire assistenza per la compilazione. Attenzione i rilevatori del Censimento 2011 sono riconoscibili grazie ad un tesserino, la Carta di autorizzazione per il rilevatore, rilasciato dal Comune.

Ad ottobre è anche partito il 6° Censimento dell’agricoltura, i cui dati saranno disponibili dal 5 luglio 2011, che fornirà un quadro informativo sulla struttura del sistema agricolo e zootecnico a livello nazionale, regionale e locale. Tali informzaioni saranno di aiuto sulle politiche agricole nazionali e politiche agricole comunitarie.

Censimento 2011 dell’industria e dei servizi
Si svolgerà anche il Censimento 2011 dell’industria e dei servizi che dovrà raccogliere e illustare le caratteristiche del sistema produttivo per area e microarea e i primi dati saranno disponibili a partire dalla primavera 2013.

A chi posso rivolgermi in caso di necessità per il Censimento 2011? E’ disponibile il numero verde gratuito 800 069 701, dal lunedì al sabato, dalle ore 9 alle ore 18. Inoltre è attiva anche la casella email infocens2011@istat.it , oppure recarsi presso i centri predisposti dal proprio Comune e infine collegarsi al sito dell’Istat

Censimento 2011, scadenze e guida alla compilazioneultima modifica: 2011-10-14T14:59:10+02:00da green-world

2 pensieri su “Censimento 2011, scadenze e guida alla compilazione

  1. Salve,vorrei capire”che cosa significa il fatto che è obbligatorio per i cittadini rispondere correttamente,in caso contrario si è passibili di sanzioni pecuniarie,dal momento che il censimento serve per fini statistici,dicendo che c’è la riservatezza dei dati personali raccolti dal censimento e che per legge l’ISTAT deve rispettare sia dati personali che segreti statistici.Leggo sui quotidiani e ascolto in TV che le risposte devono essere veritiere,minacciando come suddetto con multe da 206euro a 2000euro valutando se le risposte sono vere o false.Ne deduco che c’è a tutti gli effetti controllo dei dati personali giocando cosi’ con le parole come il gioco delle tre carte.Si ci nasconde dietro la parola statistica che di per se innoqua, ma si vuole sapere anche quante volte una persona va a defecare stabilendo statisticamente che si mangia troppo e quindi c’è molto consumo(se non è questa violazione della privacy).Questo è uno dei tanti esempi della violazione che sono incluse in questo questionario.VERGOGNARSI!!!!!!, da parte di coloro che hanno stabilito questo tipo di censimento,è dire poco.Altro che DEMOCRAZIA, forse è necessario per queste menti contorte che vadano a rileggersi i vocabolari della lingua italiana di cosa significa democrazia.Spero soltanto che ci siano dei legali di buon senso che prendono atto di questa situazione e nelle loro sedi ne fanno menzione difendendo milioni di cittadini da queste insidie e sopprusi.Ringrazio sentitamente e anticipatamente la categoria dei legali che volessero aiutare la comunita’ GRAZIE,GIUSEPPE.

  2. Non preoccuparti nessuno potrà farti la multa. La multa ci sarebbe se ti rifiuti quanto verrà il rilevatore a casa. In tal caso ti arriverà una diffida e ti darà venti giorni di tempo per compilare il questionario. Quello che dichiarerai nessuno lo potrà sindacare. Puoi dichiarare quello che sai in piena tranquillità e se sbaglierai qualcosa non succede niente perchè non lo ha fatto “scientemente” come dice la legge. I rilevatori per ogni questionario sia che lo fai tu o che lo fanno loro prendono almeno 6 €. Il problema di finire il censimento non è tuo ma è loro. Tu potresti non aver ricevuto il questionario a casa o averlo perso o non saperlo compilare, per questo nessuno ti farà la multa. Saluti.

Lascia un commento