Aumenti IVA, attenti agli arrotondamenti selvaggi

manovra economica finanziaria 2011, manovra finanziaria 2011, manovra finanziaria 11, aumento iva, aliquote iva, arrotondamenti iva, economia, finanza, notizieCon l’aumento di un punto percentuale dell’Iva, si ha il timore di arrotondamenti selvaggi dei listini derivanti dagli esercizi commerciali. Tali timori sono stati espressi dal presidente del Codacons, Carlo Rienzi, il quale, ha annunciato che si potrebbero verificare delle irregolarità nell’applicazione dell’aliquota. Proprio come accadde con l’avvento della nuova moneta, l’euro che sostituì la cara vecchia lira, come sempre a discapito dell’acquirente. Per evitare di commettere lo stesso errore, stanno preparando un esposto a tutti i comandi provinciali della Guardia di Finanza, affinchè vigili sull’applicazione della nuova aliquota.

Il Codacons, aggiunge inoltre che l’inflazione potrebbe raggiungere quota +1,38%. Con l’aumento dell’IVA, le famiglie italiane dovranno affrontare spese in più di 140 euro al mese, l’equivalente di 3,4 mld in più di gettito nelle casse dello stato. Codacons, denuncia alcune incongruenze dell’IVA, nelle bollette di luce e gas. Infatti il gas di rete è gravato del 10% se usufruito per cucinare, mentre del 21% per riscaldare. Anche il riscaldamento presenta delle irregolarità, infatti sarà gravato del 10% se alimentato con energia elettrica, del 21% se alimentato con il gas.

L’aumento di un punto percentuale dell’aliquota Iva del 20% al 21% produrrà uno scalino inflazionistico, a discapito della già bassa dinamica dei consumi delle famiglie e del Pil. Gli allarmi  arrivano anche da consumatori e associazioni del mondo agricolo. L’aumento dell’Iva attuato in una fase di forte contrazione dei consumi, comporterà ricadute fortemente negative per i cittadini, lo affermano Federconsumatori e Adusbef.

L’Agenzia delle Entrate, prevede una ricaduta media a famiglia Istat di 2,5 componenti, cioè di 173 euro ma come – dichiarano Elio Lannutti e Rosario Trefiletti, se le cose non dovessero cambiare, il rischio è quello di avere, aumenti di uno 0,85% in più del tasso di inflazione, quindi una perdita delle famiglie Istat (2,5 componenti) di ben 255 euro annui.

La raccomandazione è quella di verificare la corretta applicazione della nuova aliquota Iva e di denunciare eventuali arrotondamenti ingiustificato

Leggi anche

 

Aumenti IVA, attenti agli arrotondamenti selvaggiultima modifica: 2011-09-19T15:45:00+02:00da green-world

Lascia un commento