Fisco, guida compilazione del 730 anno 2010

730-2010.jpgEntro il 30 aprile, per chi si rivolge al proprio sostituto d’imposta, scade il termine per la presentazione del 730/2010 che dovrà essere consegnato al proprio datore di lavoro. In questo modo le trattenute o il rimborso avverrà nella busta paga di luglio. Possono accedere a questa modalità   i lavoratori a tempo indeterminato, quelli a lavoro a termine se il contratto dura almeno da aprile a luglio 2010, mentre per il personale della scuola solo se il abbia una durata uguale all’anno scolastico (settembre 2009-giugno 2010).

Per i coniugi ricordiamo che è possibile presentare la la dichiarazione congiunta, anche nel caso in cui che entrambi non siano lavoratori dipendenti. Al contrario però non può essere fatta la dichiarazione congiunta se uno dei coniugi nel 2009 è titolare di redditi che non possono essere dichiarati con il modello 730/2010, come ad esempio redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Iva, redditi d’impresa anche in forma di partecipazione, redditi provenienti da trust, redditi “diversi” non compresi tra quelli indicati nel quadro D, rigo D4 e D5, del modello 730.

Per i dipendenti che non hanno altro reddito al di fuori di quelli indicati nel CUD e non hanno spese da detrarre sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione dei redditi. Stesso discorso anche per i pensionati anche se titolari di più trattamenti pensionistici per le quali è stato effettuato il conguaglio ai fini fiscali di tutte le somme percepite.

Nella compilazione del 730/2010 quest’anno ci sono da segnalare anche delle semplificazioni, niente fotocopia delle ricette per l’acquisto delle medicine e l’abolizione dell’obbligo di conservare la fotocopia della ricetta per ottenere la detrazione del ticket sui farmaci. Ai fini delle deduzioni farà fede il solo scontrino parlante dove però è necessario vengano specificati natura, qualità e quantità dei prodotti acquistati e il codice fiscale del destinatario.

Ricordiamo infine che da quest’anno è possibile effettuare la detrazione per le ristrutturazioni in corso e per l’acquisto dei mobili prevista per chi ha ristrutturazioni in corso. Lo sconto è pari a 20% della spesa fino ad un massimo di acquisti per 10.000 euro, da dividere in cinque rate di pari importo. Per quanto riguarda gli immobili se non è prevista l’ICI la casella sulla destinazione dell’immobile non va compilata, mentre è previsto uno sconto del 30% per per gli immobili dati in locazione nelle località colpite dal terremoto.

Spese sanitarie
Scontrini e fatture del farmacista vi consentono di ottenere una detrazione sulle spese sostenute del 19%, con una franchigia di 129,11 euro. Stesso discorso vale per le spese mediche e ospedaliere incluse le cure omeopatiche, l’acquisto di attrezzature e protesi, assistenza infermieristica. La detrazione del 19% è prevista anche per l’acquisto del latte in polvere per i neonati entro il primo anno di vita.

Figli
E’ prevista una detrazione di 800 euro, 900 se il figlio a carico non ha superato i tre anni d’età.
Inoltre è prevista una detrazione di 1200 euro se i figli sono più di 3. Dalla retta degli asili nido si può detrarre il 19% fino ad un massimo di 632 euro per ciascun figlio.

Università
Si possono detrarre le spese sostenute per la frequenza a corsi di istruzione secondaria, universitari, di perfezionamanto e di specializzazione universitaria, tenuti presso università italiano o straniere, pubbliche o private, anche per i fuori corso.

Tate, colf e badanti
Si può detrarre l’importo massimo di 1.549,37 sui contributi previdenziali e asistenziali versati per baby sitter e colf. Per le badanti la detrazione massima è di 2.100 euro. I due importi sono cumulabili.

Infine, nel caso in cui ci si rivolge al CAF la scadenza della consegna del 730/2010 è fine maggio.

Guida completa alla compilazione del 730/2010

Il modello 730/2010 scaricabile gratuitamente dal sito dell’Agenzia delle entrate

Fisco, guida compilazione del 730 anno 2010ultima modifica: 2010-04-26T11:27:00+02:00da green-world

Lascia un commento