Come calcolare l’IMU, la tassa sulla prima casa?

affari,finanza,economia,imu,ici,calcolo imu,imu prima casa,aliquota imu,coefficiente imu,ici prima casaCon la nuova manovra finanziara di dicembre 2011 a cura del Governo Monti è stata introdotta l’IMU (Imposta Municipale Unica) che prende il posto della vecchia ICI, la tassa sulla prima casa. Ma come si calcola l’IMU?

Per iniziare il calcolo dell’IMU sulla prima casa moltiplicate la rendita catastale della casa (disponibile nell’atto di compravendita dell’immobile, presso il catasto della città dove si trova la casa oppure consultare il sito dell’Agenzia del territorio) per 1,05. Il valore ottenuto va ricalcolato in base ai nuovi parametri delle manovra finanziaria Monti che varia a seconda della tipologia dell’abitazione.

Il coefficiente per la rivalutazione delle abitazioni è 160, per uffici e studi privati è 85, per botteghe e negozi è 55. Inoltre bisogna tener conto anche l’aliquota standard per il calcolo dell’Imu che è di 0,76% che si riduce dello 0,4% in caso di prima casa. Il valore ottenuto deve essere quindi moltiplicato per 0,004 se si tratta di prima casa.

A questo importo vanno detratti 200 euro in tutti i casi, più 50 euro per ogni figlio di età inferiore a 26 anni e convivente. Con l’approvazione dell’emendamento del 17 Aprile 2012 il contribuente per la prima casa potrà decidere se pagare l’Imu in due o tre rate.

Infine va tenuto conto anche del fatto che i comuni possono a loro volta di incrementare o ridurre le aliquote IMU fino ad un massimo del 2 per mille per la prima casa prima casa ed un massimo del 3 per mille sulla seconda casa. L’importo poi può essere soggetto a sconti in base alla composizione del nucleo familiare, per approfondimento  Manovra finanziaria 2011 Monti, ancora novità su IMU e pensioni

Vi segnalo inoltreil calcolatore automatico online dell’Imu proposto da Corriere.it ed anche anche uquello offerto da Repubblica.it che consente sempre di calcolare automaticamente l’importo dell’ICI IMU da pagare


Chiarimenti pagamento IMU giugno 2012, con aliquote base. Tabella città italiane

Leggi anche

Come calcolare l’IMU, la tassa sulla prima casa?ultima modifica: 2011-12-14T12:05:00+00:00da green-world

3 pensieri su “Come calcolare l’IMU, la tassa sulla prima casa?

  1. Il procedimento attuato dall’insigne Mario Monti é FALLIMENTRE (vedendo esempio
    svizzero),inquanto impoverendo finanziariamente le tasche della gente non ci può essere CONSUMO e quindi NIENTE Produzione!. Un VERO – BRAVO ECONOMISTA se veramente vuole salvare la POVERISSIMA VECCHIA EUROPA dovrebbe (senza raggirarsi
    ipocritamente) dovrebbe guardare un pò lontano per scoprire le ESIGENZE SOLUTRICI che ha il Dimenticato, Trascurato ed Ignorato CONTINENTE NERO. Se l’Italia ha ancora una DIGNITA’ da difendere, se non bloccarlo, dovrebbe RITRATTARE il LACCHISMO verso l’U.S.A. e guardare i propri interessi come fa la Svizzera. Anche per l’EVASIONE FISCALE c’é da fare un PROFONDO RAGIONAMENTO se si terrebbero conto le CAUSE dell’IMMENSO DEBITO PUBBLICO dell’ITALIA!

  2. Il procedimento attuato dall’insigne Mario Monti é FALLIMENTRE (vedendo esempio
    svizzero),inquanto impoverendo finanziariamente le tasche della gente non ci può essere CONSUMO e quindi NIENTE Produzione!. Un VERO – BRAVO ECONOMISTA se veramente vuole salvare la POVERISSIMA VECCHIA EUROPA dovrebbe (senza raggirarsi
    ipocritamente) dovrebbe guardare un pò lontano per scoprire le ESIGENZE SOLUTRICI che ha il Dimenticato, Trascurato ed Ignorato CONTINENTE NERO. Se l’Italia ha ancora una DIGNITA’ da difendere, se non bloccarlo, dovrebbe RITRATTARE il LACCHISMO verso l’U.S.A. e guardare i propri interessi come fa la Svizzera. Anche per l’EVASIONE FISCALE c’é da fare un PROFONDO RAGIONAMENTO se si terrebbero conto le CAUSE dell’IMMENSO DEBITO PUBBLICO dell’ITALIA!

  3. Che poi debito pubblico non è ma è debito privato contratto con le banche. Tornando all’ICI ed a tutta la manovra economica di questo governo di grandi cervelloni (il peggiore dalla fine della SGM ad oggi), il governo precedente (di cialtroni) non era diverso da quello di oggi . Comunque sia, ci porterà alla catastrofe nel giro di poco tempo. Non c’è bisogno di laurearsi in economia alla Bocconi, ma nemmeno alla Sormona per capire tutto questo.

Lascia un Commento